Chi siamo

gal bassa agricoltura

GAL Bassa Padovana è il nome di una Società consortile nata nel 2007 che si occupa della gestione e della realizzazione di progetti di sviluppo economico di territori rurali. Essa è formata da partner sia privati che pubblici, per un totale di 12 soci, tra cui spiccano diversi organismi interni alla provincia di Padova, come la Provincia stessa, l’Ente Parco Regionale dei Colli Euganei, la CCIAA Padova, la CIA Padova, la Coldiretti Padova, la Confagricoltura Padova, la Cna Padova, l’Upa Padova, la Confesercenti Padova e l’Ascom Padova e altri invece leggermente più esterni, come Monte dei Paschi di Siena e tante altre ancora. I partecipanti così coinvolti, per l’esattezza 3 pubblici e 9 privati, hanno collaborato e collaborano ancora per realizzare un Programma di Sviluppo Locale che gode anche del finanziamento della regione Veneto, affinché il territorio circostante la città di Padova venga curato, sostenuto e arricchito e possa crescere nel pieno rispetto delle caratteristiche geografiche, climatiche, culturali e non solo che ha sempre avuto.
Il territorio coinvolto da questo progetto è nella parte meridionale della provincia di Padova e comprende più di venti comuni; questo ha iniziato a svilupparsi recentemente grazie a una integrazione più forte e redditizia tra l’agricoltura, attività commerciale tipica della zona, e trasformazione agroindustriale, che invece riflette le innovazioni degli ultimi anni. Affinché questo territorio venga sviluppato meglio, il Programma stabilito mira a rendere più competitivo e – in generale – migliore il settore dell’agro-forestale, attraverso un migliore mantenimento del territorio agricolo, una maggiore cura della qualità dei suoi prodotti e dei processi con i quali vengono inseriti all’interno di un procedimento di filiera anch’esso migliorato. Accanto alle attività agricole, andranno a essere migliorate e sviluppate anche quelle turistiche legati ad esso, con la creazione di agriturismi, punti vendita, fattorie didattiche e altro ancora; e di quelle prettamente culturali, che legano il tutto alla storia, alla cucina e alla tradizione del territorio.
Il progetto è stato creato per essere realizzato in un arco temporale che va dal 2007 fino al 2013, ma gli incontri durante gli anni interessati e oltre sono stati molto frequenti, in modo da controllare meglio la situazione e dimostrare sempre il proprio interesse.
Il GAL si fonda principalmente sul già citato Consiglio di amministrazione formato da 12 membri e accompagnato da un direttore tecnico, da una gestione finanziaria, e altro ancora. Al centro della loro attenzione c’è, come sempre, il territorio, con i suoi bisogni, le sue richieste, i suoi problemi e le sue soluzioni.