Scadenze per i progetti di Cooperazione annunciate

creative europeL’invito ai finanziamenti del 2017 per i Progetti di Cooperazione di Creative Europe sono stati annunciati, con una scadenza il 23 novembre 2016, entro le ore 11 (GMT). Questo in origine aveva una scadenza il 5 ottobre.

L’Education, Audiovisual and Culture Executive (EACEA), che gestisce le opportunità di finanziamento di Creative Europe, ha pubblicato il nuovo orario, insieme a nuove linee guida ed eForms. Si può accedere qui.
Modifiche alle linee guida del progetto di cooperazione

Le importanti modifiche alle linee guida dal 2016 sono le seguenti:

L’elenco dei paesi ammissibili è cambiato. La Turchia non è più nel programma Creative Europe, mentre Israele può diventare ammissibile, a condizione che l’accordo UE-Israele sia firmato e notificato entro la data scelta per l’aggiudicazione della richiesta.
Il dialogo interreligioso e il favorimento dell’integrazione dei rifugiati sono più esplicitamente menzionati nelle diverse priorità del regime.
Il processo di applicazione è ora completamente online. Tuttavia, visto che gli allegati al modulo elettronico sono limitati a 10 MB, i candidati sono tenuti ad avere una serie di documenti a loro disposizione, che dovranno essere in grado di fornire immediatamente su richiesta. Tali documenti dovrebbero essere pronti entro il termine di presentazione.
I criteri di esclusione sono più dettagliati. Tutti i responsabili del progetto devono presentare una dichiarazione sull’onore. La dichiarazione deve coprire l’intero partenariato.
Il modo in cui le disposizioni finanziarie vengono presentate è leggermente diverso, ma il contenuto non è stato modificato.

I progetti possono iniziare in qualsiasi punto tra il 1 maggio e il 31 dicembre 2017. È consigliabile evitare una data di inizio precoce a causa della scadenza ritardata dell’applicazione.

La convocazione per European Networks è stata anche annunciata con una scadenza del 25 novembre, mentre quella per European Platoforms è attesa a breve.
Siamo in grado di aiutare con le candidature ai progetti di Cooperazione

Ti aggiorneremo con ulteriori notizie, quindi assicurati di esserti iscritto alla nostra newsletter e seguici su Twitter e Facebook.

L’iscrizione ai workshop gratuiti si aprirà presto alle prenotazioni. Se non è possibile partecipare, ti preghiamo di metterti in contatto e faremo del nostro meglio per darti consigli e sostegno.

Immagine: Siobhan Davies Dance è un partner nei Dancing Museum, che hanno ricevuto € 200.000 grazie al finanziamento dei progetti di cooperazione.

Dati principali su Creative Europe

europeDurante i suoi primi due anni (2014 – 2015), Creative Europe ha supportato 230 organizzazioni culturali e compagnie audiovisive britanniche, nonché la distribuzione cinematografica di 84 film britannici in altri paesi europei con sovvenzioni per un totale di 40 milioni di euro.
Ci sono molti benefici che Creative Europe porta alle industrie creative del Regno Unito, dallo sviluppo della capacità del settore di innovare, raggiungere un pubblico nuovo e capacità di condivisione fino alla promozione di una collaborazione e la costruzione di reti internazionali.
La partecipazione a Creative Europe non è limitata agli Stati membri dell’UE. Ci sono attualmente 11 Paesi extracomunitari che hanno partecipazione parziale o totale. Tra questi paesi dell’SEE come l’Islanda e la Norvegia, nonché i paesi vicini come la Serbia, l’Albania e – dal 2017 – Israele. È possibile visualizzare l’elenco completo sul sito EACEA. Questi Paesi devono comunque rispettare determinate norme e politiche dell’UE e pagare un contributo finanziario per poter partecipare.